Alimentazione sana per donne in base all’età

Una corretta alimentazione, sana ed equilibrata, è importante per chiunque ed a qualsiasi età.

Tuttavia in questo articolo ci soffermeremo esclusivamente sulle regole che tutte le donne dovrebbero seguire per alimentarsi in modo corretto e salutare.

L’organismo femminile è per sua natura più complesso di quello degli uomini e varia le esigenze di cui necessità nel corso del tempo.

Proprio per questo motivo andremo alla scoperta della corretta alimentazione per le donne in base all’età di riferimento, partendo dall’adolescenza fino ad arrivare al periodo della menopausa.

In base ai cambiamenti ormonali, infatti, sarà necessario integrare o diminuire l’apporto di varie tipologie di nutrienti, al fine di equilibrare l’alimentazione e renderla sana in relazione al periodo.

In particolare modo nelle donne sono due gli ormoni a farla da padrone: gli estrogeni ed il progesterone che regolano aspetti importanti come il metabolismo e l’umore, per non parlare della ritenzione idrica tanto temuta dalle donne e meglio nota come cellulite o buccia d’arancia.

Ma partiamo con ordine ed iniziamo a scoprire quale dovrebbe essere la corretta alimentazione che una donna dovrebbe seguire in fase adolescenziale.

L’alimentazione della donna durante l’adolescenza

L’adolescenza è un periodo molto delicato per una donna, sia dal punto di vista emotivo che fisico. Si cambia e si cresce con grande rapidità con un conseguente aumento della massa fisica.

Lo sviluppo nelle donne avviene generalmente tra gli 11 e di 15 anni ed è quindi in questi anni che bisogna particolarmente far attenzione all’alimentazione.

Per rendere un’adolescente realmente consapevole di quanto sia importante alimentarsi in modo sano e corretto è necessario educarle fin da bambine.

Trasmettere l’oro l’importanza di una buona idratazione e della presenza di frutta e verdura all’interno della dieta quotidiana è di fondamentale importanza per renderle della donne adulte già formate in tema di corretta alimentazione e stile di vita sano.

Ovviamente è sempre utile far avvicinare le giovani adolescenti al mondo dello sport e dell’attività fisica perché, a qualsiasi età, un po’ di esercizio fisico è sempre da affiancare ad una buona alimentazione.

Tutto ciò assume un’importanza ancora maggiore se ci si sofferma sul fatto che dagli 11 ai 15 anni il fisico delle adolescenti cambia nettamente con fianchi e seni che diventano più pronunciati, con conseguente possibile aumento di peso.

In questa fase è bene educarle a non vedere il cibo come un nemico così da evitare disturbi alimentari.

Dal punto di vista dei nutrienti che le donne durante l’adolescenza dovrebbe maggiormente prediligere, non c’è dubbio che il calcio sia molto importante.

Tuttavia bisogna fare molta attenzione a non assumere troppi latticini che, pur essendo fonti di calcio, potrebbero provocare un netto aumento di peso quindi meglio prediligere alimenti più magri come la frutta secca, verdure ed abbondanti spremute di arance.

Oltre al calcio, nell’alimentazione di un’adolescente donna non dovrebbe mai mancare il ferro, facendo attenzione a non abusare di carne ma bilanciando il tutto con altre alimenti che contengono ferro come legumi e verdura a foglia verde.

Ovviamente bisognerebbe limitare al minimo in consumo di bevande gassate ed alimenti spazzature come frutti e dolci. Queste regole dovrebbero essere seguite non solo durante l’adolescenza ma anche durante l’età adulta.

Alimentazione delle donne durante gravidanza e menopausa

Se l’adolescenza rappresenta il primo periodo nella vita di una donna in cui si manifesta cambiamenti ormonali e fisici importanti, lo stesso discorso vale anche per gravidanza e menopausa.

Come alimentarsi durante la gravidanza

Durante la gravidanza la donna non deve pensare solo alla propria salute ma anche a quella del bambino che porta in grembo.

Proprio per questo motivo è necessario aumentare l’apporto calorico quotidiano anche di 500 calorie quindi è inevitabile l’aumento di peso.

Occhio però a non esagerare perché pur dovendo aumentare l’apporto di calorie è necessario farlo sempre con cognizione di causa ed in modo equilibrato.

Verdure, frutta ed un moderato apporto di carboidrati devono essere accompagnati da uno sporadico consumo di alimenti e bevande eccessivamente dolci che, nel lungo periodo, possono provocare picchi glicemici che è sempre meglio evitare per prevenire patologie come il diabete.

E durante la menopausa?

La menopausa, che di solito inizia attorno ai 50 anni, è un altro momento estremamente delicato per una donna.

Anche qui il corpo cambia perché le ovaie smettono di funzionare. Tutto produce inevitabilmente conseguenze sul peso, sull’umore e non solo.

Per limitare al massimo effetti negativi assumere alimenti ricchi di calcio è fondamentale per prevenire l’osteoporosi.

Quindi si a yougurt e formaggi, preferibilmente magri. Anche iniziare o continuare a pratica attività fisica è molto importante oltre ad una corretta e costante idratazione.

Ogni giorno andrebbero bevuti almeno 2 litri d’acqua.

Tornando all’importanza dell’attività fisica, per chi non ama propriamente lo sport un’alternativa potrebbe essere la camminata, meglio se veloce. Una passeggiata di circa 20 minuti al giorno è già un toccasana per salute ed umore e stimola il metabolismo.

Lascia un commento