Carte prepagate per figli minorenni

Attivare una carta prepagata per i propri figli minorenni è importantissimo per insegnare loro a gestire al meglio il denaro, offrendo loro uno strumento pratico e flessibile per effettuare pagamenti e monitorare l’andamento dei propri risparmi.

Ad oggi esistono tantissime carte prepagate che possono essere attivate comodamente on-line da PC o smartphone.

Tuttavia solo alcune possono essere richieste da soggetti minorenni.

Nel corso di questo articolo scopriremo quali sono i vantaggi di una carta prepagata da richiedere per i propri figli minorenni e quali sono  i prodotti che puoi richiedere anche se i tuoi figli hanno meno di 18 anni.

Le caratteristiche di una carta per figli minorenni

Ovviamente le carte destinate ad un pubblico minorenne prevedono molti limiti e restrizioni.

Ad esempio i plafond sono molto bassi e solitamente non superano i €2500 annui.

Questo significa che il minorenne non potrà movimentare più di questa somma nel corso di un anno.

Grossi limiti sono anche predisposti per l’importo massimo spendibile in un giorno o in un mese.

Tuttavia questo non dovrebbe essere un problema perché solitamente un minorenne non ha necessità di gestire grandi somme di denaro.

Per quanto riguarda i costi, offrendo servizi limitati le ricaricabili per minorenni sono il più delle volte gratuite perché non prevedono costi di attivazione o canoni annuali.

Gli unici costi che dovranno essere sostenuti saranno rappresentati dalle commissioni per effettuare le ricariche oppure i prelievi presso gli ATM di banche diverse da quella che hai messo la prepagata.

Perché è così importante attivare una prepagate per minorenni

Durante l’adolescenza è importante trasmettere, fin da subito, il valore reale del denaro che non può essere speso senza criterio.

Anche abituarli al concetto di risparmio e ponderazione delle spese è fondamentale per imprimere nel loro processo di crescita dei messaggi che saranno  importantissimi per il loro futuro.

Se un tempo esisteva la semplice paghetta da consegnare manualmente ogni settimana,  grazie a uno strumento semplice ma allo stesso tempo sofisticato come una carta prepagata, anche dare del denaro ai propri figli minorenni può essere un’operazione più semplice ed educativa per loro.

Inoltre non è da sottovalutare anche un altro aspetto te riguardo il controllo maggiore che un genitore può esercitare grazie ad una prepagata.

Vediamo nel dettaglio tutti i vantaggi che un genitore può trarre dall’attivare una prepagata per i propri figli minorenni.

Se vuoi scoprire da subito quali sono le carte per minorenni attivabili, al momento, in Italia una buona fonte d’informazione è il sito finanzafacile.net (cliccando sul link qui a sinistra, trovi un approfondimento proprio a tema prepagate per minori), ricco di guide a tema prepagate.

Educazione al risparmio

Il punto cruciale ruota sicuramente attorno al concetto dell’educazione al risparmio, che ovviamente un adolescente spesso non conosce.

Durante l’infanzia siamo abituati a ottenere cose senza conoscerne il prezzo e quindi siamo impreparati  ad una corretta gestione del denaro in modo indipendente.

Ecco perché dai 12 anni in su affidare del denaro ai propri figli è importantissimo proprio per iniziare questo processo di apprendimento.

Con una prepagata è tutto molto più semplice perché le carte ricaricabili possono essere gestite con delle pratiche applicazioni mobile che permettono in ogni momento di visionare l’estratto conto delle spese sostenute o delle ricariche ricevute.

Il concetto è molto simile ad un salvadanaio ma decisamente più sofisticato e moderno.

Inoltre la maggior parte delle applicazioni, che possono essere scaricate gratuitamente messe a disposizione dalle stesse carte prepagate, offrono anche la possibilità di poter creare dei budget di spesa dedicate a spese specifiche.

Si tratta quindi di un vero e proprio allenamento alla gestione del denaro che risulterà essere fondamentale in età adulta.

Maggior controllo sulle spese sostenute dai propri figli

Dare semplicemente del denaro in contanti ai propri figli equivale a mettere tutto nelle loro mani e fidarsi ciecamente delle loro scelte.

Le carte prepagate per figli minorenni svolgono anche questa importantissima funzione che riguarda essenzialmente il poter controllare e monitorare in ogni momento le spese da loro sostenute con la carta.

Questo è possibile perché le prepagate che  possono essere attivate anche dei minorenni prevedono che sia il genitore in realtà a richiedere la carta.

Ciò significa che quest’ultimo può accedere in ogni momento all’app e verificare che il proprio figlio stia gestendo il denaro in modo corretto.

Addirittura alcune prepagate permettono al genitore di bloccare e richiedere la chiusura della carta qualora noti il proprio figlio gestisce in modo errato i propri risparmi.

Gestione più flessibile del denaro

Un altro motivo per cui è importante educare i ragazzi a gestire in tutto o in parte il proprio denaro in maniera digitale, riguarda anche il fatto che ormai i pagamenti elettronici stanno diventando una realtà anche nel nostro Paese.

Quindi è importante abituarli ad effettuare spesso pagamenti con strumenti di tipo elettronico come una carta prepagata,  sia per fare acquisti nei negozi fisici e per fare shopping online.

Cosa serve per attivare una carta per figli minori

Ogni carta  prevede delle regole diverse per quanto riguarda l’attivazione e la registrazione, tuttavia quando si tratta di carte prepagate per minorenni la regola vuole che l’adolescente non può direttamente richiederle.

È sempre necessaria l’autorizzazione da parte del genitore o del tutore legale.

Se, ad esempio, un minore avvia autonomamente la procedura per richiedere la carta inserendo ovviamente la sua età reale,  dovrà contestualmente inserire la mail del genitore o del tutore.

Se quest’ultimo accetterà richiesta di attivazione allora la registrazione può tra avere luogo.

Per attivare la carta prepagata saranno necessari i documenti del minorenne e del genitore o tutore.

Con carta hype ad esempio, che può essere attivata online dai 12 anni in su,  è possibile avviare la procedura di registrazione semplicemente con un selfie.

Basterà Infatti scattare semplicemente una foto con in mano un proprio documento d’identità per riuscire ad attivare la procedura.

Altra prepagata pensata esclusivamente per i minorenni è la carta Postepay Junior  che può essere attivata recandosi direttamente presso gli uffici postali.  Ovviamente servirà la presenza sia del minorenne che del genitore o tutore che dovranno munirsi di documento d’identità.

Lascia un commento