Mamme in forma: esercizi e consigli per il post parto

Essere delle mamme in forma non è facile dopo il parto, né deve essere immediato. Uno dei primi aspetti su cui è importante premere è proprio il tempo: si trascorre la maggior parte della giornata con il proprio figlio, e spesso ci si dimentica di sé. È anche vero un altro fattore: non si deve in alcun modo avere fretta. Per chi sente forte il desiderio di ritornare in forma, vediamo un po’ di consigli.

Le tempistiche per tornare in forma dopo il parto

Nove mesi di gravidanza, il parto, la voglia di ritrovare se stesse, di mangiare bene e di avere del tempo per sé. La più grande delle verità è che ogni corpo va considerato a sé: ciò significa che non dobbiamo sforzarci, altrimenti potremmo non ottenere quel che vogliamo.

Dobbiamo tenere conto dei cosiddetti ritmi fisiologici, che cambiano inevitabilmente. Prima che il fisico ritorni come prima, possono volerci anche fino a otto mesi: è del tutto naturale. Sì, è anche vero che ci sono donne che riprendono la propria forma fisica poco dopo. In questo caso una buona componente ce la concede lei: la genetica.

Fitness per mamme dopo il parto: cosa sapere

Alla base del nostro schema per tornare in forma dopo la gravidanza, dobbiamo tenere conto delle tempistiche. Dopo nove mesi, ci “riappropriamo” del nostro corpo, ma ci sono alcuni aspetti da non ignorare. Vediamo alcuni esercizi da poter svolgere e quando farlo nel modo corretto.

  1. Lavorare sull’addome: no agli sforzi o agli accessi. Non possiamo fare gli addominali dopo pochi giorni dal parto. Prima di iniziare ufficialmente a lavorare sul nostro addome, dobbiamo controllare che la diastasi dei retti addominali sia richiusa parzialmente;
  2. Fare delle lunghe passeggiate: una delle attività di fitness più suggerite alle mamme dopo il parto è proprio la passeggiata. Fare una camminata ha da sempre i suoi benefici, soprattutto perché riattiva il metabolismo e consente di lavorare sul proprio corpo. Anche in questo caso si sconsiglia l’affaticamento: mezz’ora al giorno andrà ben Per scoprire di più sullo sport e rimanere aggiornate con tutte le novità, è possibile fare un salto su www.mondofitnessmagazine.it;
  3. Ginnastica in palestra per mamme: in alcuni casi, dopo qualche settimana dal parto e dopo aver trovato i propri equilibri con il bambino, è possibile partecipare ad alcuni corsi di ginnastica per mamme. Se non ci si sente a proprio agio a separarsi dal piccolo dopo poco tempo, è possibile scoprire le piattaforme online di allenamento.

I consigli migliori per le mamme post gravidanza

Oltre al fitness, ci sono tanti altri modi per riprendere la propria forma fisica dopo la gravidanza. L’allenamento è una delle parti centrali, ma non dimentichiamo che anche il regime alimentare ha un ruolo.

Usare la crema elasticizzante

La pelle deve essere nutrita: ciò significa acquistare delle creme mirate, che possono tornare utili per contrastare le smagliature e la cellulite. Una delle soluzioni più interessanti è la crema elasticizzante, ricca di sostanze positive per l’organismo, come il collagene e l’elastina.

Mangiare bene

Nel caso dell’allattamento, è molto importante sentire il parere di un esperto per seguire una dieta specifica. In genere, contro la ritenzione  e per contrastare l’aumento di peso, è comunque possibile evitare alimenti troppo pesanti, cotture di un certo tipo (tra cui la frittura) e magari diminuire l’uso di sale.

Mantenersi idratata

Quanto è importante bere? Tantissimo, non solo per le neomamme. Il problema è che tanti si dimenticano dell’essenzialità dell’acqua durante la fase di dimagrimento. Ci aiuta a eliminare le tossine accumulate, sgonfia e permette di mantenere l’organismo sempre idratato.

Prendersi cinque minuti per sé, ogni giorno

Diventare mamma è un’esperienza, è un’avventura. Può capitare però che ci si “annulli” per il proprio figlio. È un comportamento che andrebbe evitato, anche per non lasciarsi andare. Come fronteggiare questa situazione? Bastano cinque minuti al giorno per sé. Anche se il tempo non sembra mai abbastanza, non dobbiamo “dimenticarlo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.