Materasso in Memory foam: tutto quello che c’è da sapere

I materassi in memory foam sono tra i tipi di materasso più usati in tutto il mondo, tuttavia non è sempre facile indentificare quali sono i prodotti di alta qualità e quali invece non ne hanno le caratteristiche ed è per questo che, prima di fare un acquisto di un prodotto non sempre economico è bene conoscerne tutte le sfaccettature.

È inoltre importante tener conto che un materasso è un oggetto che accompagnerà la vita notturna per anni ed è per questo che bisogna sempre pianificare attentamente il suo acquisto. All’interno di questo articolo vedremo:

  • A chi è adatto il memory.
  • Quali sono i vantaggi di acquistare un materasso in memory.
  • Quali sono gli svantaggi di questo tipo di materasso.
  • Quale è la sua specifica composizione.
  • Come prendersi cura di un materasso in memory foam.

Per qualsiasi approfondimento si rimanda alla guida sui memory foam di dormire.net, tuttavia già leggendo questo articolo ogni utente potrà avere le idee chiare e scegliere il materasso più adatto alle sue specifiche esigenze.

A chi è adatto

Generalmente i materassi in memory foam hanno un altissimo indice di gradimento da parte di coloro che ne hanno acquistato uno e sono particolarmente adatti a coloro che soffrono di costante mal di schiena. Questo è un problema davvero fastidioso che può condizionare la vita di tutti i giorni ma dormire su di un materasso capace di sostenere mentre si adatta alle curve naturali può eliminare il dolore. Qualora si sentissero pressioni fastidiose sul corpo con altri materassi il memory è il materiale perfetto per far sparire questo tipo di disturbi.

Questo tipo di materiale si adatta perfettamente ai movimenti notturni ed è per questo che è idoneo a chi ha un sonno agitato e movimentato o per le coppie dove almeno uno dei due è solito muoversi molto durante il sonno. In questo caso oltre a prevenire problemi alla persona con alta mobilità si avrà anche il vantaggio di un letto che assorbe i movimenti così che l’altro partner possa dormire tranquillo.

I vantaggi del memory foam

I materassi in memory foam hanno tantissimi vantaggi che devono essere tenuti in conto quando si sceglie di acquistarne uno:

  • Sono anallergici. La loro particolare composizione traspirante e anti acaro è perfetta per coloro che soffrono di allergie e vogliono un riposo privo di disturbi.
  • Resistenza. Un materasso in memory è un tipo di materasso molto resistente, capace di durare per molti anni senza perdere nulla della sua naturale struttura.
  • Supporto per la schiena. Come si è già detto il materasso in memory supporta la colonna vertebrale in maniera davvero pregevole evitando mal di schiena e dolori alla struttura lombare. Riuscendo ad adattarsi al naturale allineamento della spina dorsale sono un sostegno ideale per coloro che vi riposano sopra. Inoltre permettono di distribuire in maniera equa la pressione lungo tutto il corpo.

Non sono pochi i vantaggi dell’utilizzo di questo determinato tipo di materassi, usufruire di un prodotto capace di durare nel tempo mantenendo, per lungo periodo, inalterate le proprie funzioni specifiche è anche un modo per risparmiare sul lungo periodo.

Un materasso in memory foam è inoltre perfettamente adatto a coloro che utilizzano letti con reti alza-testa o alza-piedi perché possono deformarsi comodamente per poi tornare alla loro conformazione originale senza subire danni.

Gli svantaggi del memory foam

Oltre ai vantaggi esistono anche degli svantaggi legati alla scelta di un materasso in memory foam, il primo dei quali è sintetizzabile in un costo più elevato rispetto ad altri tipi di materasso. Tra gli altri inconvenienti vi è la possibilità di avere un prodotto che abbia un suo tipico odore, poco avvertibile certo ma comunque presente. È bene precisare che dopo pochissimo tempo dall’inizio dell’utilizzo quotidiano questo specifico svantaggio si elimina da solo poiché le sostanze viscoelastiche perderanno l’odore tipico della produzione.

Uno degli svantaggi di cui tener conto è legato alla produzione di materassi in memory foam di vecchia generazione che seguendo la forma del corpo e avvolgendo leggermente la sagoma di chi vi riposava potevano generare una sensazione di calore non sempre adatta ai climi estivi.

La composizione del materasso

Un materasso in memory foam ha solitamente due strati, a volte anche di più. Il materiale che compone lo strato inferiore, o non a contatto con il corpo è solitamente detto waterfoam o poliuretano espanso.

In questo modo il materasso avrà un valido sostegno sulla quale lo strato di memory foam vero e proprio potrà poggiare, ciò fornirà alla struttura maggiore resistenza alle sollecitazioni e una durata nel tempo più lunga.

Come si è detto lo strato a contatto con il copro, quello deputato a creare traspirazione, confortevolezza e a dare un adeguato sostegno durante il riposo è in memory vero e proprio. In questo caso si tratta di un materiale avvolgente, che si adatta in maniera ottimale alla forma naturale del corpo creando un sostegno differenziato lungo tutto il suo asse.

La manutenzione

La manutenzione di un materasso in memory non è difficile ma anzi semplice e intuitiva. Mantenerlo lontano da fonti dirette di calore come stufe o termosifoni è il primo modo di prendersi cura di questo tipo di materassi.

Per il lavaggio si consigliano prodotti non aggressivi e di prevedere una corretta asciugatura. Per una manutenzione ordinaria cambiare il lato di appoggio ogni 4-6 mesi e arieggiare il materasso esponendolo alla diretta luce del sole quando si cambiano le lenzuola. È inoltre possibile preventivare l’utilizzo di un’aspirapolvere una volta l’anno da passare sul materasso per ridurre al minimo il rischio già quasi inesistente di allergie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *