Prodotti per la casa ispirati al metodo montessori

Se non avete figli ma avete amici o parenti neogenitori potreste esservi cimentati nell’impresa di fare un regalo a loro o al bambino ed aver trovato in molti prodotti per l’infanzia la dicitura “Montessori”. Ovviamente non si tratta di un brand ma fa riferimento alla celebre Maria Montessori, la pedagogista italiana vissuta tra fine ‘800 e inizio ‘900 e che ha rivoluzionato il mondo dell’educazione. I suoi studi e i suoi saggi si sono diffusi con successo a livello internazionale e possiamo considerarli ancora in gran parte innovativi sotto molti aspetti. La ragione è semplice: il rapporto genitore-figlio o adulto-bambino ha matrici culturali remote che risultano complesse da correggere, non basta una generazione o due per adottare approcci diversi in tal senso, il che rende il metodo montessori ancora una scoperta per chi vi si approccia oggi. In cosa consiste tale metodo? Maria Montessori mette in luce nei suoi saggi quante siano le limitazioni e gli ostacoli che poniamo, il più delle volte inconsapevolmente, ai nostri bambini che possano frenare la propria autostima e capacità di autoapprendimento. Spesso un senso di protezione eccessivo, retaggi culturali del passato, etc. possono rendere il piccolo dipendente dall’adulto per un periodo prolungato e non libero di mettere alla prova le sue capacità. I libri di Maria Montessori e di autori e pedagogisti che si ridanno al suo metodo, reinterpretandolo in chiave attuale sono moltissimi, così anche come le aziende che producono articoli, giochi e arredo adeguato ai suoi principi. Oltre ai giochi, di diverse tipologie e adatte a differenti fasce d’età, è da qualche anno iniziata una ricca produzione di prodotti per l’arredo della casa d’ispirazione montessoriana. Di seguito alcuni esempi:

La torre montessoriana
Uno dei prodotti tra i più rappresentativi e noti è la torre montessoriana o torre d’apprendimento: si tratta di un piccolo sgabello completo di scaletta che può consentire a bambini dai 18 mesi ai 6 anni di poterci salire su e avere visione di cosa succede sul tavolo e le scrivanie dei grandi, di poter usufruire da solo del lavandino del bagno o della cucina, di prendere oggetti riposti in credenze o scaffali etc. senza l’aiuto del genitore. Naturalmente è consigliabile la presenza dell’adulto mentre il bambino sale sulla torre montessori e questa è completa di ogni sistema di sicurezza che impedisce il piccolo di cadere: oltre ad essere molto stabile ci sono ringhiere su ogni lato che non consentono al bambino di sporgersi in modo eccessivo.

Il letto montessoriano
I letti tradizionali per la prima infanzia necessitano di un adulto che possa far salire o scendere il perché spesso sono troppo alti rispetto al pavimento o peggio hanno sbarre di sicurezza. Il letto montessoriano al contrario è realizzato in modo da poter rendere il bambino molto autonomo nel poterci salire o scendere, inoltre essendo elevato dal pavimento solo per pochi cm, rimane molto sicuro. Come tutti i prodotti d’ispirazione montessoriana è in legno naturale, non ha vernice e coloranti ma è spesso riconoscibile per la struttura a casa o capanna che da una sicurezza al bambino

Tavoli, sedie, librerie montessoriane
Tavolini o sedie per bambini non sono una novità, effettivamente sono stati concepiti a misura di bambino e presenti nelle scuole italiane o internazionali da tempo immemore. La novità è invece sicuramente data da altri mobili e complementi d’arredo adatti ai più piccoli come la libreria montessoriana. Le caratteristiche peculiari oltre alle dimensioni in altezza è data dalla profondità delle scaffalature che consente di riporre libri illustrati, quaderni, album etc. in modo da presentarsi con la copertina rivolta verso l’esterno. Il bambino in età prescolare infatti non è in grado ancora di poter leggere nessun titolo dal dorsetto ma può mantenere la stanza ordinata e prendere e riporre qualsiasi libro identificandolo rapidamente.

Lascia un commento